Domanda:
Quali sono le tecnologie "quotidiane" che sono un sottoprodotto del programma Apollo?
user55
2013-07-19 01:49:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È in corso un dibattito sui pro e contro dell'esplorazione spaziale. Uno dei pro spesso citati sta integrando le tecnologie spin-off sviluppate per lo spazio nella vita di tutti i giorni.

La ricerca inserita nel programma Apollo ha prodotto tecnologie che sono ancora utilizzate oggi per l'esplorazione non spaziale? usi?

Sebbene le "domande di elenco" siano spesso viste come negative su SE, penso che questa vada bene poiché il programma Apollo è inattivo da alcuni decenni. Consiglierei una leggera modifica al titolo in modo che sia molto chiaro quello che stai chiedendo, però. Modifica suggerimento in arrivo ...
Sebbene non sia stato inventato dalla NASA, il velcro ha guadagnato popolarità in tutto il mondo grazie a loro.
Sebbene questo non sia correlato ad Apollo, l'ESA ha una pagina per le proposte di trasferimento tecnologico: [ESA Technology Transfer Network] (http://www.esa.int/Our_Activities/Space_Engineering_Technology/TTP2)
Due risposte:
#1
+13
matthew spear
2013-07-31 23:39:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ecco alcune innovazioni specifiche di Apollo: microchip, strumenti cordless, joystick, scansioni CAT, tecnologia nelle macchine MRI, design di scarpe moderne, cibo liofilizzato, confezioni sigillate sottovuoto, materiale di bagnatura, catadiottro (rileva perdite chimiche), acqua purificazione, archiviazione di dischi a base di silicio, fly-by-wire, pulizia delle acque sotterranee, grandi tetti in tessuto utilizzati in edifici storici, zattere antiribaltamento, coperte isolanti e innumerevoli altri.

E quelli sono solo comunemente ha utilizzato innovazioni che avevano un legame specifico con il programma Apollo. Ci sono molte più innovazioni quotidiane dal programma spaziale in generale.

http://spinoff.nasa.gov/spinoff/database contiene articoli su tutti gli spin off dei programmi della NASA.

La comunicazione tramite cellulare e l'archiviazione di CD / DVD utilizzano algoritmi di correzione degli errori sviluppati / sperimentati per la comunicazione spaziale.
Non sapevo prima di chiedere: spinoff.nasa.gov/spinoff/database. Forse @matthewspear vuole migliorare la risposta
grazie @ trapo per quel database continuerò ad aggiungere elementi man mano che ho tempo.
Una citazione appropriata: "Va bene, ma a parte i servizi igienico-sanitari, le medicine, l'istruzione, il vino, l'ordine pubblico, l'irrigazione, le strade, il sistema di acqua dolce e la salute pubblica, ** cosa hanno mai fatto i romani per noi ** ? "
@matthewspear: Penso che tu possa semplicemente aggiungere il link alla tua risposta. È abbastanza per i futuri lettori.
Se stai parlando di puro spinoff (sviluppato per l'applicazione nel programma spaziale ma trovato uso altrove), non sono sicuro che il microchip appartenga alla lista. Anche se il suo sviluppo è stato probabilmente accelerato dal programma spaziale, penso che abbia avuto i suoi inizi al di fuori delle applicazioni spaziali e sia stato decisamente anteriore ad Apollo - vedi http://en.wikipedia.org/wiki/Microchip.
Il microchip precede l'Apollo di almeno un decennio. In effetti, se si analizza la maggior parte delle innovazioni comuni elencate dalla NASA, si scopre che la NASA di solito ha semplicemente adattato le tecnologie esistenti, come qualsiasi altro produttore.
#2
+6
tckosvic
2014-12-29 22:47:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel programma Apollo sono stati sviluppati programmi per computer di analisi della combustione e programmi di cinetica chimica dei gas in particolare reazione esatta per analizzare e ottimizzare i progetti degli ugelli dei razzi per migliorare l'efficienza. L'adattamento di questi programmi ad altri oltre ai combustibili per missili ha fornito la capacità di analizzare i meccanismi di formazione di NOx nei processi di combustione di carburante / aria. I programmi analizzano i tassi di formazione di specie chimiche in millisecondi da molte reazioni concorrenti. Questo non poteva mai essere fatto prima. Matematiche e capacità computazionali migliorate hanno fornito la spinta.

A sua volta, questa capacità è stata impiegata in dispositivi di combustione come caldaie elettriche alimentate a combustibili fossili, turbine a gas e fonti mobili per ridurre significativamente la formazione di emissioni di NOx. Le tecnologie utilizzate per il controllo degli NOx in tutto il mondo derivano dai calcoli di chimica computazionale che hanno ricevuto la spinta iniziale dagli sforzi di Apollo.

Abbiamo costruito un'azienda basata su questi spin-off.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...