Domanda:
Perché i sistemi di dati dei veicoli spaziali sono obsoleti al momento del lancio?
GreenMatt
2013-07-17 18:49:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si potrebbe pensare che i veicoli spaziali siano all'avanguardia della tecnologia. Tuttavia, quando si esaminano i dettagli dei veicoli spaziali, sembra che i loro sistemi informatici siano spesso molto indietro rispetto ai tempi. Ad esempio, il rover Curiosity è stato lanciato nel 2011, quando i sistemi laptop consumer funzionavano in GHz e avevano GB di memoria. La CPU di Curiosity funziona a 132 MHz e il sistema ha solo 256 MB di RAM (fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_embedded_computer_systems_on_board_the_Mars_rovers). Mi rendo conto che potrebbe esserci un certo ritardo nell'ottenere le parti per il veicolo spaziale prima che sia costruito e infine lanciato, ma questo sembra estremo. Perché i veicoli spaziali non hanno sistemi di dati più aggiornati?

non tagliente! = obsoleto.
@Chad: Vero, ma un processore a 8 bit è antico quando i processori a 32 bit sono lo standard commerciale per i sistemi desktop.
@GreenMatt The Curiosity (e il rover MER) utilizza processori a 32 bit
In realtà, la maggior parte dei desktop (e anche molti laptop) ora sono sistemi a 64 bit.
@Donald.McLean: Vero, ma quello era solo un esempio (di cui avevo una conoscenza di prima mano e che mi ha sorpreso quando l'ho saputo).
@GreenMatt Il punto è che hai fatto un'affermazione chiara e specifica "I processori a 32 bit sono lo standard commerciale". e sto contestando tale affermazione. Sì, sembra strano che molti veicoli spaziali vengano lanciati con CPU obsolete. Nel 1999, SM3A ha sostituito il computer Hubble originale con un 486 (sei anni interi dopo il rilascio del Pentium). Tuttavia, il punto di Chad è ancora valido.
@Donald.McLean: Quando l'esempio a cui mi riferivo è stato lanciato, i processori a 32 bit erano normali per i sistemi desktop. Per quanto riguarda il punto di Chad, quando i Pentium erano i processori standard nei desktop, la maggior parte delle persone considerava gli 8086 obsoleti; inoltre, non ho chiesto "Perché i veicoli spaziali non utilizzano sistemi di dati all'avanguardia?"
http://www.nasaspaceflight.com/2013/07/brains-sls-flight-computer-enters-build-phase/ è la storia di loro che iniziano a costruire il computer di volo per SLS, ora nel 2013. Quindi tutto ha stato selezionato per l'uso. Immagina come penseremo che sia obsoleto quando SLS diventerà operativo. O un decennio dopo l'inizio della sua attività.
"Si potrebbe pensare che il veicolo spaziale sarebbe all'avanguardia della tecnologia". Sono colpevole di volere un futuro più "Star Wars" e meno "2001". Ma nessuno ti sente urlare nello spazio ... Ottima domanda +1
Nove risposte:
#1
+52
Adam Wuerl
2013-07-19 10:32:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono una serie di ragioni per cui l'elettronica dei veicoli spaziali in genere è in ritardo di diversi anni rispetto a quanto è disponibile in commercio.

Tolleranza alle radiazioni

L'elettronica è molto suscettibile ai fenomeni di radiazione che l'elettronica terrestre è in gran parte protetto dall'atmosfera terrestre e dal campo magnetico. I meccanismi di guasto comuni basati sulle radiazioni sono Evento / sconvolgimento a evento singolo (SEE / SEU) - più comunemente pensato come un bit capovolto, latch-up - in cui un bit si blocca in un certo stato e la parte deve essere spenta per essere ripristinato, burn-out - dove una particella ad alta energia (ad esempio protone o neutrone) distrugge la parte e dose totale - dove l'esposizione a lungo termine (piuttosto che un evento anomalo) degrada la parte. Man mano che chip e circuiti avanzano e impacchettano i transistor in modo più stretto, la probabilità di questi eventi aumenta.

Esistono diverse tecniche e metodi di test per dimostrare se gli assemblaggi elettronici sono robusti in ambienti con radiazioni spaziali, ma questi test sono costosi. Quindi, una volta che sono stati eseguiti per una parte, un componente o un assieme, il mestiere è spesso fatto per vivere con prestazioni inferiori e risparmiare il costo del nuovo test ed evitare il rischio di un fallimento completo della missione.

Affidabilità

È più facile eseguire la manutenzione su un computer terrestre e i costi di un guasto sono spesso molto inferiori rispetto a quelli di un veicolo spaziale. Inoltre, i sistemi di terra non hanno la stessa potenza, dimensione e budget di massa ridotti dei sistemi spaziali, il che limita la quantità di ridondanza possibile. Una soluzione è continuare a utilizzare parti che hanno dimostrato di avere un'elevata affidabilità. Un altro modo per aumentare l'affidabilità è eseguire lo screening delle parti ed eseguire molti test elettronici (es. Bake-out per trovare la mortalità infantile, test di vibrazioni casuali per imitare gli ambienti di lancio, test di shock per imitare eventi pirotecnici come il lancio di carenature e imita lo spazio. Questo test richiede tempo ed è costoso. Il solo ritardo di tempo pone la maggior parte dei sistemi spaziali almeno un ciclo della legge di Moore dietro le ultime parti di consumo.

Tempo di costruzione per i satelliti

A non dire nulla dell'avionica, i satelliti richiedono molto tempo per essere costruiti. Anche quando i computer sono pronti, il resto del veicolo deve essere assemblato e testato. Per i veicoli spaziali di grandi dimensioni questo può richiedere anni. Nel frattempo, il computer non sta invecchiando per niente e un'avversione (spesso giustificata) al rischio significa che l'aggiornamento richiederebbe molti di questi test per essere ripetuti.

Consumo energetico

Nel tempo la legge di Moore aiuta i chip ad aumentare nell'elaborazione potenza e diminuzione del consumo di energia, ma in generale, quando si confrontano parti contemporanee chip più potenti consumano più energia. I veicoli spaziali sono quasi universalmente affamati di potere, quindi c'è poco incentivo a utilizzare un chip più assetato di energia di quanto sia assolutamente necessario. Tutto in un veicolo spaziale è un compromesso: un Watt di potenza utilizzato per il computer di volo principale che trasporta cicli inutilizzati è un Watt che non può essere utilizzato per le comunicazioni RF o che fornisce alimentazione a un carico utile (quando quel carico utile non lo è comunicazioni), ecc.

Documenti

Il lavoro di ufficio e il processo possono essere dominanti come qualsiasi altro motivo. L'industria aerospaziale come barriera storicamente elevata all'ingresso. Una volta che la ragione è il capitale umano necessario per costruire e lanciare veicoli spaziali, ma altrettanto importante è l'eredità spaziale del software e dei componenti che li contengono. Gli ambienti spaziali sono più impegnativi di quelli terrestri in una varietà di modi e spesso richiedono soluzioni uniche (per l'avionica, il rifiuto del calore senza raffreddamento convettivo è un buon esempio). Gli ambienti di lancio sono stati discussi sopra. La qualificazione dei componenti è un compito incentrato sull'hardware del mondo reale, ma esiste una traccia cartacea che supporta questa analisi e fornisce fiducia ai clienti di un costruttore di veicoli spaziali e al fornitore di lancio che il veicolo sarà al sicuro durante la salita e che funzionerà in spazio. Ciò è dimostrato attraverso una combinazione di test, analisi e dimostrazione, ma la maggior parte delle persone che si prendono cura di loro non assistono né supervisionano direttamente queste attività, quindi si affidano a documenti eccellenti per fornire tale fiducia. Dopo aver affrontato il problema di ottenere il buy-in sul widget X, lo sforzo associato all'ottenimento di un buy-in Δ per il widget Y o anche X + è più difficile da giustificare se la parte precedente funziona ancora. I fornitori del settore aerospaziale (appaltatori principali e lungo tutta la catena di approvvigionamento) sono spesso tenuti a disporre di processi di qualità rigorosi, ovvero più documenti e processi. Tutto ciò rallenta il ritmo dell'innovazione e del cambiamento in cambio della prevedibilità.

Ritardi nel lancio

Quindi, una volta che il veicolo spaziale è pronto, deve essere lanciato e i lanci possono scivolare di mesi se non di anni.

Penso che ti sia perso un grosso problema nel consumo di energia, i chip più potenti usano più energia.
E forse la ragione più grande di tutte: PAPERWORK! Occorrono anni e montagne di scartoffie per ottenere un particolare componente hardware "qualificato per lo spazio". Quando quel prodotto è qualificato per lo spazio, la relativa tecnologia di consumo ha corso anni luce avanti ...
Per quello che vale, nonostante queste ragioni sopra, penso che un cambio di paradigma stia arrivando proprio perché i progressi nell'avionica stanno rendendo i piccoli veicoli spaziali più potenti ed economici, che a causa delle loro dimensioni e complessità sono più economici e veloci da produrre e mitigare molti dei problemi sopra. In effetti, ho scritto un intero post su [Agile Aerospace] (http://wuerl.calepin.co/agile-aerospace.html).
Il vecchio collegamento è morto e [Agile Aerospace] (https://veridical.net/agile-aerospace.html) si è spostato.
#2
+33
Undo
2013-07-17 18:59:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gran parte di ciò è l'affidabilità. La NASA potrebbe probabilmente inserire un chip Intel Xeon prodotto nel 2012 che ha una quantità enorme di potenza di elaborazione.

Tuttavia, il chip utilizzato , il RAD750, ha alle spalle anni di esperimenti e utilizzo, come l'utilizzo in una varietà di veicoli spaziali, tra cui:

  • Veicolo spaziale a caccia di comete Deep Impact, lanciato nel gennaio 2005 - il primo a utilizzare il computer RAD750.
  • XSS 11, piccolo satellite sperimentale, lanciato l'11 aprile 2005
  • Mars Reconnaissance Orbiter, lanciato il 12 agosto 2005.
  • WorldView- 1 satellite, lanciato il 18 settembre 2007 - ha due RAD750.
  • Il telescopio spaziale a raggi gamma Fermi, precedentemente GLAST, lanciato l'11 giugno 2008
  • Il telescopio spaziale Kepler, lanciato nel marzo 2009 .
  • Lunar Reconnaissance Orbiter, lanciato il 18 giugno 2009
  • Wide-field Infrared Survey Explorer (WISE) lanciato il 14 dicembre 2009
  • Solar Dynamics Observatory, lanciato l'11 febbraio 2010
  • La sonda spaziale Juno, ha lanciato A agosto 5, 2011
  • Curiosity rover, lanciato il 26 novembre 2011

A causa dell'uso dal '05, la NASA può essere abbastanza sicura che il chip abbia vinto non falliscono a causa di problemi di radiazioni, ecc.

Perché? Bene, direi che la risposta di John Besin ha riassunto abbastanza bene e non cercherò di completarla:

Non penserei che sarebbe il caso affatto. Semmai, la NASA vorrebbe utilizzare hardware (e software) che è stato ampiamente testato in anni di utilizzo, sia nella NASA che nell'industria nel suo complesso. L'ultima cosa che la NASA vuole è trovare un bug nel sistema di un veicolo spaziale in un momento inopportuno e quando parli di dispositivi che devono viaggiare potenzialmente per centinaia di migliaia di miglia nello spazio, ci sono molti momenti inopportuni .

Henry Spencer (ben noto nei newsgroup) ha commentato che con cura puoi usare parti non classificate per spazio. Ma questa cura è interessante. Serve ridondanza e capacità di eseguire un rapido ripristino dai guasti. Che è difficile. (Ha lavorato su un microsat usando solo parti commerciali come ricordo).
Sì. Torna al potere e alla complessità del design; qualcosa di più potente, ma non testato, ha bisogno di un sistema di backup nel caso in cui fallisca, altrimenti hai semplicemente sprecato centinaia di milioni di dollari in spazzatura spaziale. Quel backup deve essere in grado di assumere il controllo completo del velivolo in un attimo, quindi deve essere ben integrato e questo può creare altri punti deboli nel progetto, quindi * quelli * devono essere ridondanti; alla fine stai mettendo due computer in una navicella, ognuno acceso ma uno che guarda l'altro, e questo è un lusso dato la maggior parte dei sistemi di alimentazione dei veicoli spaziali.
#3
+29
John Bensin
2013-07-17 18:59:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si potrebbe pensare che i veicoli spaziali siano all'avanguardia della tecnologia.

Non credo che sarebbe affatto così. Semmai, la NASA vorrebbe utilizzare hardware (e software) che è stato ampiamente testato durante anni di utilizzo, sia nella NASA che nell'industria nel suo complesso. L'ultima cosa che la NASA vuole è trovare un bug nel sistema di un veicolo spaziale in un momento inopportuno, e quando parli di dispositivi che devono viaggiare potenzialmente centinaia di migliaia di miglia nello spazio, ce ne sono molti momenti inopportuni.

Potresti anche trovare questa domanda su Programmers.SE interessante; si rivolge ai linguaggi di programmazione, hardware, ecc. utilizzati per costruire il rover Mars Curiousity.

Inoltre, immagino che l'hardware con specifiche inferiori che la NASA utilizza abbia requisiti di alimentazione inferiori rispetto a hardware all'avanguardia e ad alta potenza . Ad esempio, se il rover non ha bisogno di un processore più veloce per funzionare, perché sprecare spazio e peso alimentando un processore di questo tipo quando ne sarà sufficiente uno con specifiche inferiori?

La NASA (e la maggior parte delle altre agenzie spaziali) hanno un sistema di classificazione - il TRL (Technology Readiness Level), per classificare le cose che sono ben note e testate in volo rispetto alla tecnologia sperimentale. Se costruisci una missione attorno a troppa tecnologia non provata, corri il rischio di ritardi, superamenti dei costi, ecc.
Centinaia di migliaia di miglia? Questo ti porta sulla Luna, dai o dai. Rendilo più simile a centinaia di * milioni * di miglia, piuttosto; almeno questo ti porterà su Marte.
#4
+9
PearsonArtPhoto
2013-07-18 22:59:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un altro motivo importante è che semplicemente non è necessario fare qualcosa di più potente. Esistono molte applicazioni sulla Terra in cui l'affidabilità è più importante della velocità. Ad esempio, un distributore automatico contiene un semplice computer. Non vuoi che vada in crash e prenda i tuoi soldi.

La stragrande maggioranza dell'elaborazione utilizzata oggi dai computer è nell'interfaccia grafica. Poiché non esiste un satellite che gestisca un'interfaccia grafica, non fa molta differenza.

Lo scopo del computer di un satellite è mantenere il satellite vivo, puntato nella giusta direzione, gestire potenza e raccogliere dati da utilizzare a terra. Pertanto, non hanno bisogno di avere processori gigahertz, devono solo essere una pipe di dati. Devono farlo con un alto livello di precisione. Non puoi andare a premere il pulsante di accensione su un veicolo spaziale, è necessario che i suoi sistemi funzionino sempre alla perfezione.

I computer vengono usati regolarmente sulla ISS dagli astronauti, ma questi sono fatti per non sistemi critici. È solo quando il computer deve eseguire un'elaborazione significativa dei dati che la velocità è importante e, ad eccezione di una certa compressione, la maggior parte viene ancora eseguita sulla Terra. Inoltre, la maggior parte dei sistemi a pieno carico di immagini dispone di chip integrati personalizzati che aiutano a elaborare le immagini più rapidamente, consentendo di svolgere meno lavoro sul processore principale.

Oltre alla compressione, l'elaborazione del segnale digitale può beneficiare di una potenza di elaborazione significativa. Tale operazione può essere eseguita su hardware specializzato, ma potrebbe comunque contare come parte del "computer".
Gli usi per una maggiore potenza di elaborazione e memoria possono essere facilmente trovati anche quando le GUI non sono un problema. Compressione dei dati, migliore gestione delle condizioni impreviste, ecc.
Oltre a telecamere e visione artificiale.
#5
+4
user39
2013-07-18 00:19:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è un anime chiamato " Rocket Girls" in cui il protagonista poneva la stessa domanda. La risposta che ha ottenuto è stata che usano solo la tecnologia classica; tecnologia che ha costruito nel tempo una reputazione di successo. Questo vale anche per la medicina e l'aviazione generale. In effetti questo è vero per la maggior parte dei rami dell'ingegneria, principalmente l'ingegneria del software che continua a utilizzare le cose "più recenti".

Inoltre, CMOS è più suscettibile alle radiazioni di TTL, quindi quando esegui l ' Radiation Hardening potrebbe essere meglio avere un chip basato su TTL da 100 mhz lento piuttosto che un chip CMOS da 3,4 Ghz veloce.

RAD 750 è costruito con tecnologia CMOS ...
#6
+3
Erik
2013-07-19 07:39:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un paio di cose che potrei aggiungere alle buone risposte già qui:

  • Intervallo di tempo per la selezione. La decisione su quale hardware utilizzare per un veicolo viene presa molto prima (anni?) Del lancio del veicolo. Pertanto, al momento del lancio è probabilmente obsoleto.
  • Protezione dalle radiazioni. Spesso, questi confronti si concentrano su una o due specifiche che sono interessanti per gli usi terrestri: velocità di clock della CPU e RAM per esempio. Sebbene questi siano importanti, la tolleranza ai guasti in un ambiente irradiato è più importante quando si vola su Giove che quando si gioca a Doom. Questa tolleranza crea un compromesso che non aiuta le altre specifiche.
#7
+2
aramis
2013-07-21 05:14:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  • Tempo di selezione : i veicoli spaziali sono progettati e costruiti anni prima del lancio. Il processore selezionato in fase di costruzione, anche se il migliore, sarà stato eclissato dal tempo di lancio.
  • Tolleranza alle vibrazioni : il lancio di un veicolo spaziale richiede sistemi informatici tolleranti alle vibrazioni; molti processori più recenti non sono ancora classificati in fase di progettazione.
  • Resistenza alle radiazioni : i circuiti più piccoli sono più soggetti a errori indotti dalle radiazioni rispetto ai circuiti più grandi. i processori più avanzati utilizzano circuiti più piccoli per ridurre i costi energetici, i carichi termici e i tempi dei cicli operativi.
  • Prezzo : i processori più vecchi possono essere acquistati per molto meno degli attuali processori all'avanguardia; i prezzi scendono notevolmente una volta scaduti i brevetti.
  • mancanza di necessità : non tutti i satelliti necessitano di soluzioni di elaborazione estremamente robuste.
    L'intera missione Apollo è stata eseguita con una potenza di elaborazione equivalente a un paio di workstation Linux di fascia alta ... questo include i mainframe di JSC e Cape Kenedy. Il computer di bordo di Apollo era potente quanto molti orologi digitali. (80kB di memoria totale; sono 37kB di parole di 2B ciascuna per ROM, più 2K di parole di RAM). Funzionava a 1 MHz, piuttosto veloce per i suoi giorni. Ho acquistato calcolatrici da $ 20 con specifiche migliori rispetto all'AGC.
    Le attività della maggior parte dei satelliti possono essere eseguite in modo affidabile con processori meno recenti senza compromessi di missione.
Prezzo? All'interno del costo totale della maggior parte dei veicoli spaziali, il prezzo dei processori è insignificante. Come ho commentato in un'altra risposta, è sempre possibile trovare un uso per potenza di elaborazione e memoria extra.
@GreenMatt Alcuni progetti, in particolare i progetti della NASA, devono avere costosi test di prova di capacità; i venerabili Zilog Z-80, Intel 8080 e Motorolla 68000 sono microcontrollori ben consolidati per una varietà di applicazioni e hanno superato la valutazione di missione per vibrazioni e radiazioni molti anni fa. Il costo della valutazione della missione di un processore, supponendo che avrebbe superato i test di vibrazione e radiazione in primo luogo, è dell'ordine di $ 100.000 l'ultima volta che ho letto (e questo era alla fine degli anni '90), solo per fare i test distruttivi. L'uso di un processore già valutato consente di risparmiare sulle spese di test.
La maggior parte dei veicoli spaziali della NASA costa nell'ordine di centinaia di milioni di dollari e alcuni sono nell'ordine di miliardi; $ 100.000 sono piuttosto insignificanti con un budget del genere.
Ovviamente non hai mai avuto a che fare con i tipi federali di fagioli. Si lamenteranno di un programma da $ 50.000, mentre approveranno un sedile del water da $ 30.000.
La mia esperienza è irrilevante per questa discussione, ma dal momento che ne parli, quanta esperienza di prima mano hai?
Sono stato un impiegato federale per 3 anni (archivi nazionali), e prima ho lavorato per un beneficiario di una sovvenzione federale per 6 anni. MOLTA esperienza con i banchi di fagioli federali. Inoltre, mio ​​padre era un project manager per l'USAF (livello GM16) ... La mia esperienza con la NASA è solo di chi la segue, ma la menzione delle spese del processore è stata infatti menzionata in diversi documenti di progetto negli ultimi 15 anni. Tieni presente: un processore da $ 10, se classificato come spazio, è vicino a $ 10.000 ... perché possono addebitarlo per quelli che garantiscono sopravviveranno al lancio.
È del tutto possibile lavorare come dipendente federale e con sovvenzioni federali senza dover occuparsi di "tipi di contatore di fagioli". Inoltre, sospetto che tu abbia qualche pregiudizio attraverso il quale vedi quei "tipi di contatore di fagioli" che - nella mia esperienza comunque - sono errati. Anche se non sono mai stato un impiegato federale, ho lavorato su contratti governativi - per lo più progetti della NASA - per molto più del totale di 9 anni che citi. Non ho MAI visto un analista di bilancio oltrepassare un ingegnere o uno scienziato quando si trattava di parti cruciali; se c'è un deficit finanziario, di solito cercano di trovare un modo per far funzionare le cose.
L'ho visto documentato nei registri del Corpo degli ingegneri dell'esercito. L'ho visto anche più volte negli archivi del servizio forestale degli Stati Uniti. E il Bureau of Indian Affairs Educational System. (Una cosa carina del lavoro di archiviazione: puoi scremare i record come parte del tuo lavoro.) I contatori di fagioli hanno scelto alcune delle cose più stupide da eliminare. In ogni caso, le versioni classificate per lo spazio (o anche per l'aviazione) di articoli poco costosi, anche se non differenti, sono generalmente considerevolmente più costose rispetto a quelle standard non classificate per il volo.
@GreenMatt Lavoro per una grande e nota azienda che si occupa quasi esclusivamente di contratti governativi, inclusi alcuni progetti della NASA, e sono d'accordo con aramis sul fatto che le preoccupazioni sui costi spesso entrano in gioco su piccole questioni di "conta dei fagioli" in progetti da miliardi di dollari. Il sistema può avere un prezzo di un miliardo di dollari, ogni sistema è composto da singoli sottosistemi e parti e ciascuno di questi ha un budget separato. Le spese piccole (rispetto al miliardo complessivo) non cadono dal radar.
#8
+2
Anthony X
2013-08-07 04:56:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nell'aviazione accade la stessa cosa che hai identificato per la tecnologia spaziale. I fattori principali sarebbero l'affidabilità, la "durezza" e i tempi di sviluppo, ma ci sono altre considerazioni.

Qualsiasi sistema critico per la vita deve essere affidabile e quando non puoi farlo risolverlo se si rompe (come le sonde spaziali robotiche), anche l'affidabilità diventa fondamentale. Più a lungo una cosa è stata in giro e ha accumulato esperienza, più ci si può fidare. Inoltre, più un sistema è complesso, più difficile può essere verificare che tutte le "parti funzionanti" funzionino come dovrebbero. Le tecnologie più recenti spingono sempre oltre i confini di una forma o dell'altra, sfidando i limiti di ciò che può essere fatto. Questo può mettere una cosa sull'orlo della catastrofe - non è un buon posto dove stare quando le vite sono in pericolo. La nuova tecnologia informatica è sempre più sofisticata (più complessa) di quella che sostituisce, rendendo la verifica / convalida più difficile.

Aeroplani e razzi operano in ambienti difficili; i veicoli stessi creano ambienti difficili o forse estremi per alcuni dei loro componenti. È difficile costruire componenti e sistemi elettronici in grado di funzionare in tali condizioni - temperatura, urti / vibrazioni, EMI, radiazioni, ecc. Senza alcun problema di affidabilità.

Ci vuole molto tempo (anni) per un nuovo velivolo o sistema spaziale per passare dalla progettazione iniziale al "primo lancio" e la progettazione dei sottosistemi (compresi quelli che utilizzano computer) deve essere congelata a un certo punto del processo. La tecnologia informatica si muove molto più velocemente, quindi i progetti si congelano con ciò che è affidabile (forse sta già diventando obsoleto) e la tecnologia informatica marcia più avanti prima che l'aereo o il razzo prenda il volo.

Potrebbe davvero non essere un saggio cosa provare a farlo in qualsiasi altro modo. Quando la tua vita è in bilico, è molto meglio avere un sistema vecchio, rozzo ma affidabile piuttosto che qualcosa di nuovo e appariscente, ma non completamente provato.

#9
+1
JohnEye
2017-12-07 05:03:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È interessante notare che questo non si applica a tutti i veicoli spaziali. I satelliti Flock di Planet Labs sono in realtà piuttosto all'avanguardia, come affermato da uno degli sviluppatori su The AmpHour podcast. In effetti, la sperimentazione di nuovi progetti di satelliti è stata rallentata dal tempo necessario per lanciare effettivamente i satelliti una volta prodotti.

Suggerisco di ascoltare il podcast, questo episodio è stato piuttosto interessante.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...